A partire da domenica 14 novembre la programmazione del Cinema Boldini gestita da Arci Ferrara APS si sposta momentaneamente in Sala Estense, Piazza del Municipio 14, Ferrara 44121. 
Di seguito la programmazione aggiornata settimanalmente.
Per info sulla biglietteria clicca qui
Per info sugli accessi e sulle regole anti Covid-19 clicca qui

*************

SCOMPARTIMENTO N.6, regia di Juho Kuosmanen

(Finlandia/Russia/Estonia/Germania, 2021 – 107′)

Mercoledì 8 dicembre ore 21.00 
Giovedì 9 dicembre ore 21.00 – v.o.sott ita
Domenica 12 dicembre ore 18.00 e 21.00

Laura è una ragazza finlandese che vive a Mosca, dove ha una relazione con la professoressa Irina e si gode di riflesso la sua vita glamour fatta di ricevimenti intellettuali e mondani nel grande appartamento. Irina spesso la delude, come quando decide di non partire con lei per un viaggio verso Murmansk per vedere i petroglifi. Ma Laura non si perde d’animo e parte lo stesso, tutta sola, per un lungo, epocale viaggio in treno attraverso la Russia. Prima di raggiungere Murmansk, avrà tempo di stringere un’amicizia con il suo compagno di cuccetta, Ljoha.

Durante il 74º Festival di Cannes ha trionfato per il Grand Prix Speciale della Giuria a pari merito con Qahremān di Asghar Farhadi. 

*************

LET’S KISS (FRANCO GRILLINI STORIA DI UNA RIVOLUZIONE GENTILE), regia di Franco Grillini

Evento speciale alla presenza di Filippo Vendemmiati e Franco Grillini in Sala Estense

(Italia, 2021 – 85′)

Martedì 14 dicembre ore 21.00
Prezzo unico 5€ (+prevendita) – prenotazione online fortemente consigliata, clicca qui

Evento relativo al Festival dei Diritti, facente parte della rassegna di Arci Ferrara APS “Estense d’Essai – il Boldini in Sala Estense” patrocinato dal Comune di Ferrara. La proiezione di “Let’s Kiss” è realizzata grazie al sostegno di FICE e UCCA e grazie alla collaborazione di ArciGay Gli Occhiali d’Oro e del Festival dei Diritti.

Il film è incentrato sulla figura di Franco Grillini, bolognese, classe 1955, figlio di contadini laureato in pedagogia, uomo politico e gay tardivo, da sempre impegnato nella lotta per il riconoscimento dei diritti civili LGBT.
Attraverso il racconto in presa diretta fatto dal protagonista, il biopic, con tono leggero e materiale documentale inedito, ricostruisce oltre trent’anni di storia politica e testimonia una lotta dura e gentile nel nome della dignità̀ e dell’uguaglianza. Un viaggio anche sentimentale lungo i luoghi della vita: dalla casa natale in campagna all’università, dalle vecchie sedi di partiti scomparsi fino al parlamento, passando per le strade e le piazze dei Gay Pride, da Roma a New York.
Le tappe di Franco Grillini scandiscono lotte e conquiste – dal tragico irrompere dell’Aids con i morti e la messa all’indice dei rapporti omosessuali fino al primo matrimonio tra persone dello stesso sesso e l’ancora aperta battaglia per la stepchild adoption – ma anche l’evoluzione dell’approccio sociale e dei media ad un tema che ancora oggi, pur riguardando milioni di persone, resta fortemente divisivo quando non ignorato. Grillini racconta tra pubblico e privato con serenità̀ e umorismo, con un linguaggio che la cadenza bolognese rende musicale, la sua pur sorridente trincea per un futuro senza vite vissute nella paura dello stigma sociale, per il diritto alla salute e all’affettività̀ completa.
Sono storie d’amore e di battaglie politiche, dentro e fuori il parlamento, insopprimibili spinte al cambiamento e alla gioia di vivere.

*************

LA SCELTA DI ANNE – L’ÉVÉNEMENT, regia di Audrey Diwan

(Francia, 2021 – 100′)

Giovedì 16 dicembre ore 21.00 – v.o. sott ita

Leone d’Oro durante il 78º Festival di Venezia.

Francia, 1963. Anne ama la letteratura e ha deciso di farne un mestiere, fuggendo un destino proletario. Sui banchi è brillante, sulla pista da ballo altrettanto. Tra una birra e un twist, dribbla gli uomini che la desiderano come in un romanzo rosa. Ma Anne preferisce la letteratura alta e affonda gli occhi blu tra le pagine di Sartre e di Camus. In un ambiente e in un Paese che condanna il suo desiderio e guarda con diffidenza alla sua differenza, Anne scopre un giorno di essere incinta e privata della libertà di decidere del proprio corpo e del proprio futuro. Intanto conta le settimane e cerca disperatamente di trovare una soluzione.

*************

SULL’ISOLA DI BERGMAN, regia di Mia Hansen-Løve

(Francia/Belgio/Germania/Svezia, 2021 – 112′)

Domenica 19 dicembre ore 18.00 e 21.00
Mercoledì 22 dicembre ore 21.00
Giovedì 23 dicembre ore 21.00 – v.o. sott ita
Lunedì 27 dicembre ore 21.00
Mercoledì 22 dicembre ore 21.00 – v.o. sott ita

Chris e Tony si amano da molto tempo ma qualcosa è svanito senza danneggiare quello che rimane. Nella vita crescono una figlia e dirigono film. Lui scrive di fantasmi, lei di amori impossibili. In cerca di quiete e di un luogo separato per lavorare ai rispettivi progetti, sbarcano a Fårö, l’isola di Ingmar Bergman divenuta luogo di culto e di attrazione turistica per gli amanti del cinema. Si installano nella casa dell’autore svedese e dormono nel letto di Scene da un matrimonio, partecipano a proiezioni e tavole rotonde, fanno escursioni e scoprono i luoghi filmati da Bergman. Penna alla mano, avanzano nelle rispettive sceneggiature bruciando i confini tra realtà e finzione. La prima nutre la seconda sotto gli auspici dell’artista che venerano.