Cinema Boldini Ferrara

Martedì 10 dicembre – LA SCOMPARSA DI MIA MADRE

martedì 10 dicembre ore 21.00

LA SCOMPARSA DI MIA MADRE, regia di Beniamino Barrese

(Italia, 2019 – 94′)

ingresso 5 euro

Al termine incontro con Benedetta Barzini

Il film fa parte della rassegna RIUSCIRANNO I NOSTRI EROI

promossa da Fice Emilia Romagna

Protagonista del documentario è Benedetta Barzini, madre del regista Beniamino Barrese, vera e propria icona degli anni 60, che ispirò i più importanti fotografi e artisti dell’epoca fra cui Andy Warhol, Richard Avedon, Salvador Dalì e Irving Penn. Il film è una anomala, quanto originale, riflessione sul controverso rapporto madre figlio che continua ad appassionare chi deve indagare su questa naturale relazione che più di ogni altra si carica di significati ulteriori condizionanti, mistificanti e in definitiva così totalizzanti da diventare generatori di pulsioni e nevrosi.
Benedetta Barzini, molto attiva nel movimento femminista degli anni ’70, scrittrice e docente universitaria in continua lotta con quel sistema che non le appartiene e che per lei significa solo sfruttamento femminile, decide oggi all’eta di 75 anni, di lasciare tutto, scomparire per raggiungere un luogo lontano e abbandonare il mondo delle immagini, delle ambiguità e di tutti gli steriotipi a cui la vita l’ha obbligata definendola la prima TOP Model italiana.
Questa pellicola rappresenta il tentativo da parte del filglio, di trovare delle risposte e di fermare nella memoria la vera essenza e autenticità della madre, filmandola con e contro la sua volontà, generando uno scontro personale e politico tra i due, ma anche un dialogo intimo e d’amore, dice di aver passato la vita a filmarla e fotografarla senza sapere perché. Lei è stata la sua prima modella, la preferita e quando gli ha detto di aver deciso di “andarsene” e di non tornare mai più, il regista ha capito di non essere pronto a questo scenario.

La scomparsa di mia madre è l’sordio alla regia di Beniamino Barrese il documentario è stato selezionato al Sundance festival 2019 e ha ottenuto una candidatura agli European Film Awards.