Cinema Boldini Ferrara

Dal 27 giugno MATTHIAS & MAXIME di Xavier Dolan su MioCinema

A partire dal 18 maggio il Cinema Boldini aderisce alla piattaforma digitale MioCinema.

Cliccando su www.miocinema.it dal 18 maggio tutti gli appassionati di cinema d’autore avranno a disposizione una piattaforma a loro dedicata, focalizzata sul cinema di qualità. Un modo per continuare a rimanere in contatto con il nostro pubblico nell’attesa di poterci ritrovare al cinema.

Come fare:
–  registratevi al sito https://www.miocinema.it/
–  al momento della registrazione scegliete il Cinema Boldini (l’iscrizione è gratuita, non è un abbonamento).
–  scegliete e acquistate il film: l’acquisto è valido 30 giorni, e avrete 48 ore di tempo dal primo play per poterlo vedere.  

I film saranno disponibili sia in italiano che in versione originale sottotitolata.

Da sabato 27 giugno sarà disponibile l’attesissimo MATTHIAS & MAXIME di Xavier Dolan 

Presentato in concorso al Festival di Cannes, MATTHIAS & MAXIME è un film di ritorni. Xavier Dolan torna a girare nel suo Quebec e riabbraccia i temi a lui più cari: la ricerca della propria identità sessuale, il rapporto tra diverse generazioni e con la propria madre. È il ritorno di Dolan davanti alla macchina da presa, che non recitava in un proprio film dai tempi di Tom à la ferme, ed è il ritorno di Anne Dorval nel ruolo del personaggio che interpreta sua madre.

Inoltre, mercoledì 24 giugno alle 21:00 ci sarà un appuntamento imperdibile: MioCinema ospiterà in diretta l’incontro con il regista XAVIER DOLAN, un evento esclusivo e prestigioso che smuoverà enorme interesse sui social, in cui il cineasta canadese  ripercorrerà le tappe della sua carriera dialogando con il critico cinematografico Fabio Ferzetti.
Come di consueto, l’evento sarà visibile gratuitamente sia sul sito che sulla pagina Facebook di MioCinema.
Subito dopo la presentazione saranno disponibili su MioCinema: 

È solo la fine del mondo
Mommy
Tom à la ferme
Laurence Anyways e il desiderio di una donna
Gli amori immaginari
J’ai tué ma mère