Cinema Boldini Ferrara

Programmazione Cinema Boldini da mercoledì 9 a mercoledì 16 Ottobre

mercoledì 9 ottobre ore 21.00

AT THE MATINEE, regia di Giangiacomo di Stefano

(Italia/Germania/USA, 2017 – 85′)

ingresso 5 euro

INCONTRO COL REGISTA E MARCO PECORARO (Rumore)

L’hardcore è uno stile di vita. È un mondo fatto di sudore, lividi e verità sputate in faccia. Giangiacomo De Stefano intervista i maggiori esponenti della scena punk newyorkese, attraversando i teatri in cui negli anni Ottanta si consumava la storia di questa musica ribelle. La sottocultura del punk con le sue atmosfere sonore, percussioni schizofreniche e chitarre stonate… Il regista getta uno sguardo a posteriori su un fenomeno dalla portata rivoluzionaria, fino al momento della disfatta, quando, alla gentrificazione dei quartieri underground, si accompagnano gli scontri con le autorità e le risse. Calando così il buio sul palcoscenico.

——————–

LE VERITÀ, regia di Kore’eda Hirokazu

(Francia, 2019 – 107’)

giovedì 10 ottobre ore 21.00 – v.o. sott. ita

venerdì 11 ottobre ore 21.00

sabato 12 ottobre ore 18.00 – 21.00

domenica 13 ottobre ore 18.00 – 21.00

mercoledì 16 ottobre ore 21.00

Diva del cinema francese, Fabienne Daugeville pubblica un libro di memorie e per l’occasione riceve la visita della figlia Lumir, sceneggiatrice che vive a New York con il marito Hank e la piccola Charlotte. Nella villa parigina di Fabienne, le due donne si sforzano di entrare in contatto l’una con l’altra e di fare i conti con il passato, impresa resa tanto più ardua dalla presenza delle famiglie e del maggiordomo Luc, stufo di essere dato per scontato. Fabienne è anche impegnata sul set, recitando in un film che confonde ulteriormente i confini del ruolo materno e di quello filiale.

…………………..

APOCALYPSE NOW – FINAL CUT, regia di Francis Ford Coppola

(USA, 1979-2019 – 183’)

lunedì 14 ottobre ore 21.00 – v.o. sott. ita

martedì 15 ottobre ore 21.00 – v.o. sott. ita

IL CINEMA RITROVATO AL CINEMA

La Cineteca di Bologna arricchisce il proprio catalogo 2019-2020 di uno dei titoli più iconici della storia del cinema, Apocalypse Now, sul quale il regista Francis Ford Coppola è tornato più volte, fino ad arrivare a quella che ora considera la “versione perfetta”. Il film di Coppola è stato restaurato da American Zoetrope al laboratorio Roundabout (con la collaborazione del laboratorio bolognese L’Immagine Ritrovata) per festeggiare il 40° anniversario della sua realizzazione.  “Ispirato a Cuore di tenebra di Conrad, Apocalypse Now si rifà, in realtà, a una vasta gamma di testi letterari (Eliot, Kipling, Frazer) e soprattutto attinge all’immaginario del romanzo americano ottocentesco. Nel Vietnam di Coppola, la massa scura degli alberi si configura come il simbolo di una natura arcaica e terribile, che si fa beffe della ragione della Storia che l’uomo bianco vorrebbe imporle” (Giaime Alonge).

Considerato il film sulla guerra del Vietnam più celebre di sempre, il capolavoro di F.F.C. è una vivida rappresentazione dell’insolubile dilemma morale costituito dalla guerra; dilemma incentrato, in questa pellicola, sulle figure del colonnello Walter Kurtz (Marlon Brando) – un disertore, il quale, sommariamente, dovrebbe incarnare il male, la follia e la devianza – e del capitano Benjamin Willard (Martin Sheen) – un sicario, al quale spetta, genericamente, l’impersonificazione del bene, del raziocinio e del rispetto delle “regole”. Tuttavia, lo sviluppo delle vicende suggerisce una seria riflessione sulla difficoltà umana di separare nettamente il bene e il male, la follia e il raziocinio, la normalità e la ribellione.